Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Dal 19 al 23 aprile i padiglioni di Fiera Milano Rho ospitano la prima edizione di Tempo di Libri, la nuova Fiera dell’editoria italiana.

È una grande festa, il cui carattere innovativo parte dal rapporto tra editori, autori e lettori. Attraverso lo strumento dell’alfabeto (una griglia su cui sono suddivisi tutti gli appuntamenti della manifestazione) ognuno può costruire – e scoprire – il suo personale Tempo di Libri.

Ideata e realizzata da La Fabbrica del Libro (la società creata da AIE – Associazione Italiana Editori e Fiera Milano), Tempo di Libri è una manifestazione immersiva, pensata per proporre contenuti aggregabili a partire da qualsiasi interesse e curiosità: 720 appuntamenti, 16 sale adibite agli incontri (alle quali si aggiungono lo Spazio Education, l’auditorium da 1000 posti e alcune sale nel Centro Congressi riservate ad appuntamenti professionali), 35mila metri quadrati di spazi e 552 espositori tra case editrici, riviste, associazioni, biblioteche, librerie, enti pubblici, start up. L’elenco degli ospiti comprende circa 2000 ospiti in fiera e fuori fiera, tra cui grandi nomi della letteratura contemporanea internazionale e i più rappresentativi del panorama nazionale, sia nella narrativa che nella saggistica, come Adonis, Simonetta Agnello Hornby, David Almond, Brit Bennett, Gianrico Carofiglio, Sveva Casati Modignani, Aidan Chambers, Javier Cercas, Mauro Covacich, Guy Delisle, Tom Drury, Ildefonso Falcones, Marcello Fois, David Grossman, Mohsin Hamid, François Jullien, Sophie Kinsella, M.G. Leonard, Carlo Lucarelli, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Marco Malvaldi, Valerio Massimo Manfredi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edoardo Nesi, Edna O’Brien, R.J. Palacio, Patrizia Paterlini-Bréchot, Francesco Piccolo, Roberto Piumini, Massimo Recalcati, Clara Sánchez, Roberto Saviano, Luis Sepúlveda, Walter Siti, Licia Troisi, Andrea Vitali, Irvine Welsh, Abraham Yehoshua. Ci sono personaggi provenienti dal mondo dello spettacolo, della cultura, del giornalismo, della politica, dello sport, della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica. Apertura e inclusività sono le parole chiave che regolano ogni aspetto della Fiera. Tempo di Libri si rivolge davvero a tutti: dall’appassionato che acquista decine di libri all’anno al lettore occasionale, da chi è rimasto fedele alla carta (per i bibliofili più appassionati l’appuntamento è allo stand di libri antichi curato dall’Aldus Club) a chi si è innamorato degli ebook, a chi preferisce servirsi di entrambi i formati. Anche la dialettica tra analogico e digitale si rivela in realtà superata, in un programma che dà spazio a letture al buio e ad alta voce, audiolibri e fumetti, commistioni con il cinema e con la musica, con il web e con i videogiochi. L’alfabeto è stato adottato anche dalla Regione Lombardia, presente con uno stand e diverse attività, A Tempo di Libri è inoltre allestita una Future Library, curata dal Sistema Bibliotecario di Milano in collaborazione con la Direzione Marketing Metropolitano del Comune di Milano e con i Sistemi Bibliotecari della Città Metropolitana, dove è possibile sperimentare alcuni progetti e servizi. La biblioteca è integrata dalla presenza di uno stand istituzionale del Comune di Milano.

L’identità visiva della Fiera riassume l’idea della trasversalità, del viaggio attraverso simboli e mondi di storie: è stata infatti affidata all’illustratore concettuale Magoz, nato a Barcellona ma “nomade” sia per i tanti Paesi nei quali ha vissuto e che gli sono di ispirazione, sia nei significati che di volta in volta sceglie di trasmettere, filtrati dalla sua matita minimalista e, al tempo stesso, poetica. Alla sua prima esperienza di illustrazione per una fiera, si è concentrato sull’oggetto-concetto del libro, dispiegando tutto ciò che può diventare: una finestra sui sentimenti, una porta sul mondo, un luogo accogliente dove sognare e molto altro.

Tempo di Libri offre anche una finestra sulle attività e i contenuti di alcuni festival del nostro Paese, che possono affacciarsi sui disegni culturali e progettuali di altre iniziative affini e presentarsi al pubblico organizzando propri incontri. Si raccontano in Fiera: il Festival Isola delle Storie di Gavoi, il Festival della Mente di Sarzana, pordenonelegge, le Lezioni di Storia, Letterature Festival Internazionale di Roma, scrittorincittà, Leggermente, Liberodiscrivere e #FLA Pescara Festival. Un ricco filone di appuntamenti coinvolge anche giornali, riviste letterarie e siti web come la Lettura Corriere della Sera, TuttoLibri La Stampa, Rivista Studio, Pagina99, Nuovi Argomenti, Il Post, Lercio.it, Donna Moderna, Panorama, Icon, Icon Design, Focus, TheFLR. Sono inoltre presenti con dei propri spazi le testate RAI, Corriere della Sera, Robinson di la Repubblica e ilLibraio.it.

Non ci sono limiti d’età, come dimostra la ricca sezione dedicata ai ragazzi e alle scuole con un programma di incontri e laboratori: dai bambini in età prescolare (grazie all’alleanza con Nati per Leggere) agli allievi delle scuole primarie e secondarie. Con la bussola dell’alfabeto, dotati di una mappa con un percorso ideale per le scuole, ragazze e ragazzi si confrontano con grandi ospiti italiani e internazionali e possono scegliere fra un ampio ventaglio di approfondimenti. Anche grazie alla partnership tra la Fiera e Lucca Comics & Games non manca un focus sugli illustratori, sul fantasy e sui fumetti. Ci sono laboratori con Focus Junior, Sale&Pepe e in collaborazione con la redazione di Topolino e, per avvicinare i giovanissimi al mondo che li attende, spazio all’alternanza scuola-lavoro. Tempo di Libri è anche per chi studia all’università, grazie ad appuntamenti dedicati e decine di occasioni di approfondimento che i libri offrono nelle diverse discipline.

Lo stesso approccio è rivolto alla filiera dell’editoria, con un programma professionale che conta su più di sessanta appuntamenti, spaziando dal mestiere di traduttore all’analisi dei mercati, dal focus sull’internazionalizzazione agli approfondimenti sulle nuove frontiere dell’innovazione (spesso affrontate a braccetto con la più trasversale delle sezioni della Fiera, quella dedicata al mondo digitale). E poiché rivolgersi a tutti i lettori significa ragionare su tutte le forme di lettura, il programma professionale propone anche un convegno per presentare l’innovativo studio realizzato da Pepe Research, ideato e progettato da AIE su indicazione del Gruppo Innovazione, su come si legge nel 2017: dalla carta all’ebook, dai fumetti ai graphic novel, dall’audiolibro alle app, dai tradizionali gruppi di lettura alle moderne comunità online. E fotografa a tutto tondo, grazie all’Istat, l’identikit del non lettore italiano e di chi è diventato non lettore in questi anni. Agli addetti ai lavori, Tempo di Libri offre l’opportunità di esplorare nuove possibilità di business, in particolare nello spazio riservato al MIRC – Milan International Rights Center, la piazza in cui si incontrano gruppi editoriali italiani e stranieri, agenti letterari e piccoli editori da 33 Paesi. Agli appassionati di gastronomia è dedicato lo spazio Tempo di Libri A Tavola: 700 mq con showcooking e laboratori per tutti, editoria enogastronomica, incontri con gli chef e degustazioni.

Tempo di Libri ha una struttura a rete, aperta alle contaminazioni e agli intrecci, ma senza cedere alla confusione e al rumore: la maggior parte delle sale degli incontri saranno chiuse, in modo da garantire a ospiti e pubblico il giusto rispetto per l’ascolto, la riflessione e la condivisione di conoscenza. E se con l’alfabeto si costruiscono le parole, con le quali poi si può fare tutto, è interessante anche ripercorrere la storia dell’aspetto che la scrittura stampata ha assunto nel tempo. Per questo, si è deciso di chiamare le 16 sale con i nomi di alcuni font che hanno scandito la storia della tipografia e che tutti conosciamo: Arial, Bodoni, Calibri, Cambria, Courirer, Futura, Garamond, Georgia, Gotham, Gothic, Helvetica, Optima, Tahoma, Verdana, più i laboratori Papyrus ed Elephant. La manifestazione può inoltre contare sulle strutture all’avanguardia di Fiera Milano Rho, con padiglioni (l’1, riservato al MIRC, il 2 e il 4), ideali per un evento di questa natura, ottimamente serviti dai mezzi di trasporto grazie alle vicine stazioni della ferrovia, della metropolitana e agli efficienti collegamenti con l’aeroporto internazionale di Linate e Malpensa e con la città di Milano. Con il capoluogo lombardo, la Fiera stringe un rapporto particolare: dopo l’orario di chiusura, Tempo di Libri prosegue in tutta la città con Fuori Tempo di Libri, letture a voce alta, in collaborazione con BookCity, cocktail letterari, giochi, aperture serali di biblioteche e librerie, performance musicali e maratone di lettura (in collaborazione con il Comune di Milano) e con RadioCity (dal 21 al 23 aprile) nell’Unicredit Pavilion di Piazza Gae Aulenti.

Fuori Tempo di Libri valica infatti i confini di Milano, coinvolgendo il Comune di Rho, il Comune di Sesto San Giovanni e il Comune di Monza, con l’Assessorato alle Politiche culturali. In occasione di Tempo di Libri, Milano Linate e Milano Malpensa sono i primi aeroporti italiani a ospitare il BookCrossing, in collaborazione con l’AIE. Nei gate e nelle aree di ritiro bagagli degli aeroporti milanesi, i passeggeri possono lasciare un libro e prenderne un altro dalle apposite librerie realizzate in cartone riciclato. L’effetto di Tempo di Libri si esercita infine anche sui mezzi di trasporto, grazie alle agevolazioni economiche offerte da Trenord, ATM e Trenitalia per chi ha il biglietto della Fiera.

Il programma nasce dalla collaborazione tra quattro curatori (Chiara Valerio per il programma generale, Pierdomenico Baccalario per 0-18, Giovanni Peresson per il programma professionale e Nina Klein per i percorsi digitali) e il Comitato Scientifico coordinato da Renata Gorgani, presidente della Fabbrica del Libro.

Tempo di libri è una manifestazione di La Fabbrica del Libro; promossa da AIE – Associazione Italiana Editori e Fiera Milano; sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura; in collaborazione con Regione Lombardia, Comune di Milano, ALI – Associazione Librai Italiani e AIB – Associazione Italiana Biblioteche; con il patrocinio di MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, MIUR- Ministero Istruzione, Università e Ricerca, MiSE – Ministero dello Sviluppo Economico, Città metropolitana di Milano, Comune di Monza, Comune di Sesto San Giovanni e Comune di Rho; con il supporto di BookCity e RadioCity; main media partner RAI; media supporter Giornale della Libreria, Sale&Pepe e Radio Popolare; technical partner Rotolito Lombarda, LAGO, Scalo Milano, Acqua Sparea. Tempo di Libri partecipa ad Aldus, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa e coordinata da AIE. Con il sostegno di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, SEA Aeroporti di Milano, Trenitalia, Trenord, Unicredit Pavillion, Gruppo De’Longhi, Braun, Kenwood, Myvisto.it, Librerie Mondadori, Librerie Feltrinelli, Giunti al punto, Librerie Paoline, Librerie San Paolo, Libraccio, LIM – Librerie Indipendenti Milano, Librerie Coop, Libreria dei ragazzi, IBS.it.

Tempo di Libri è anche online: www.tempodilibri.it, Facebook (@TempodiLibriMilano), Twitter (@TempodiLibri) e Instagram (@tempodilibri), #TdL17.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.